Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog
27 janvier 2010 3 27 /01 /janvier /2010 19:34
CAJD7B1NCAAE4XNGCA4OYSLHCAJWNH31CATAA59RCAYSHURHCAFMJ027CAL.jpg



Nella Torah, Dio si rivela ai suoi profeti, e quindi per l'umanità intera come il solo Dio: ''Dio disse a Mosè: Io sono colui che Sono''Esodo 3:14 ..... Il Signore Iddio tuo
'' verso 15 (il Signore è colui che non ha inizio né fine, che non é stato creato né generato), Egli è Dio invisibile.

Per le éternità, passate, presenti e future. ''Io sono il Signore tuo Dio ..... Non avrai altri dèi di fronte a me. Tu non ti farai immagini ......... Non ti prosternerai davanti a loro ...
''Esodo 20:2 ff.

Dio si è servito dei suoi profeti per comunicare con gli uomini (il profeta parla in nome di Colui che lo ha mandato, egli non parla della sua persona o delle sue credenze. Egli non interpreta la volontà o i disegni di Dio
ma è la voce di Dio che invia il suo messaggio).

Tutti i veri profeti non hanno nulla rimosso o aggiunto qualcosa al messaggio che Dio ha affidato loro. Essi cominciano il loro discorso con:''L'Eterno Iddio ha detto, Dio ha parlato Così ha detto il Signore. Quello che dicono  è immutabile Parola di Dio.
Dio disse a Mosè:''Vai, io sarò con la tua bocca e ti insegnerò quello che dovrai dire ''Esodo 4:12

                                                             XXXXXXXXXXXXXX

Nel Nuovo Testamento della Bibbia troviamo: Perché: ''Avendo più volte, ripetutamente e in vari modi parlato ai nostri padri per mezzo dei profeti, in questi ultimi giorni ha parlato a noi per mezzo del Figlio che
ha costituito erede di tutte le cose create per mezzo di, é Lui che ha creato l'universo.

Il Figlio è il riflesso della sua gloria e l'impronta della sua persona, ed Egli sostiene tutte le cose con la sua potente Parola '' Ebréi 1:1-3 Dio si fece uomo per salvare noi peccatori: Compreso me  che sono il primo, ''tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio ''Rom. 3:23 ''Se diciamo che non abbiamo peccato, facciamo di lui un bugiardo e la sua parola non è in noi.''1 Giovanni 1:10;

Chi dice di essere puro, senza aver mai fatto del male, senza aver fatto qualcosa di contrario alla volontà di Dio commette peccato!
Come sta scritto: ''Non c'è nessun giusto. Nemmeno uno. Nessuno è intelligente, non c'è chi cerchi Dio, tutti sono perduti, tutti sono pervertiti; Non c'è nessuno che faccia il bene, neppure uno ''Romani  3: da 10 a 12 Il peccato ci separa da Dio per il l'eternità! ''Perché se Dio non risparmiò gli angeli che hanno peccato, ma se li ha gettati nell'abisso delle tenebre e messi da parte per il giudizio ...'' 2 Pietro 2:4

L'umanità si é ribellata contro Dio, l'uomo peccatore, non poteva riconciliarsi con Dio da se stesso, con le proprie azioni, non può riscattare la sua anima peccatrice.

L'acquisto dell'anima di un uomo é possibile solo attraverso l'uomo Gesù, che non ha mai peccato, il fratello, il parente, il più diretto ha esclusivo diritto di redenzione.
Se questo non è attraverso l'uomo Gesù, egli non ha possibilité del riscatto secondo la legge levitica, questo sarebbe un atto ingiusto, la giustizia di Dio non è gratis.

E' in quel bisogno di giustizia che deve essere considerata la necessità di donazione di Gesù, che lui  l'uomo può far valere il suo diritto di riscattare i suoi simili, non pagando con argento o oro,
ma con la sua donazione del sangue che viene versato alla croce, la sua vita, data in sacrificio per il peccato, prendendo su di lui tutti i peccati dell'umanità.

Una condizione è posta a l'uomo peccatore: con un atto volontario, è essenziale che egli accetti il sacrificio Vicario di Gesù, per la sua salvezza.
Nella sua libertà, ogni uomo, o donna deve riconoscersi peccatore, credere e dire:

Gesù è morto sulla croce a causa del mio essere peccatore e il suo sacrificio è valido d'avanti a Dio per me, per essere salvato.
Non è per meriti che io possa essere accettato da Dio, ma purificato dal sangue di Cristo io posso essere ricevuto da Dio nel suo regno celeste.

Il cristianesimo è dunque la religione della redenzione, perché: ''Il salario del peccato è la morte, '' Romani 6:23 il perdono di Dio non poteva essere gratuito. La sua giustizia esige la punizione per la trasgressione, la giustizia non poteva trasformarsi in ingiustizia.
Questo sarebbe un incentivo a fare il male, se alla fine, tutto sarebbe perdonato a tutti, senza il bisogno di condanna o di Levitica redenzione.

Il peccato è la trasgressione della legge di Dio, la disobbedienza alla volontà rivelata di Dio. Non ci sono piccoli peccati che non hanno bisogno del perdono di Dio.
Il più grande comandamento è l'amore!

Vi è quindi un costo per la redenzione, il sacrificio dell'Agnello di Dio, il sangue innocente versato da Gesù Cristo.
Questo sacrificio non costa nulla a l'uomo che ha avuto un pentimento sincero, ''ma il dono di Dio, è la vita eterna in Cristo Gesù nostro Signore.''Romani 6:23

La vita eterna con Dio e con i suoi angeli è una certezza per il credente evangelico, non é un forse, ma un: io credo nella promessa della vita eterna con Dio, perché cio' non si basa su 
possibili miei meriti, ma è stata data a me dal momento in cui ho accettato Gesù nella mia vita come un peccatore pentito.

Gesù è l'unico uomo nella storia della umanità che ha potuto sostenere che non ha mai peccato: ''Chi di voi mi convince di peccato?'', Ha detto Gesù..
(Giovanni 8:46) Questo per dire: chi può veramente dire che sono un peccatore?

Confrontare anche con quello che Giovanni ha scritto in I°Epistola 3:5 ''Ora, si sa, Gesù apparve per togliere i peccati, e non c'è peccato in lui.'' ''Cristo è risorto ...  la morte  arrivò attraverso un uomo (Adamo) è anche per un uomo (l'uomo Gesù) che venne la risurrezione dei morti.
......

"Il primo uomo, Adamo, divenne un essere vivente, l'ultimo Adamo (Gesù) è diventato  Spirito vivificante: ....
Il primo uomo della viene dalla terra terra: il secondo uomo è dal cielo "1 Corinzi 15: 45 - 50

E come tutti muoiono in Adamo, così anche in Cristo saremo tutti vivificati .... Egli consegnerà il regno a Dio e Padre .... E quando tutte le cose sono state sottoposte, allora il Figlio stesso sarà sottoposto a lui, che ha sottoposto tutte le cose, affinché Dio sia tutto in tutti.''Capitolo 1 Corinzi 15:20 28

Partager cet article

Repost 0

commentaires

Présentation

  • : Le blog de Salvatore Comisi
  • Le blog de Salvatore Comisi
  • : Poésies, études de la Bible et articles sur tout ce qui concerne à la chrétienté du premier siècle à nos jours
  • Contact

Recherche

Liens