Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog
21 décembre 2009 1 21 /12 /décembre /2009 13:19

Il primo gennaio dell'anno 138  il figlio adottivo di Adriano, Elio Vero colui che doveva succedergli come imperatore, mentre si accingeva a presentare una sua relazione al Senato Romano, stramazzò al suolo morto, fulminato da una emorragia interna.

 

Adriano combatté per cinque mesi la sua malattia fra atroce sofferenze, e forse il tormento a causa delle carneficine causate soprattutto sugli ebrei di Giudea (880.000 uccisi ai quali vanno aggiunti quelli che morirono di FAME, dopo la distruzione di tutti i raccolti, che rimasero bruciati nei villaggi assediati e incendiati, e quelli che morirono dopo, in seguito alle epidemie che io stimo in ameno due a trecento mila persone).

 

Si trattò per Adriano, forse di una emorragia a causa di una idropsia pleurica che gli aveva fatto gonfiare tutto il corpo, che lo faceva sanguinare e lo distruggeva fisicamente e moralmente, ed il 10 Luglio del 138 morì.

 

Il suo biografo scrisse lapidario: "Odiato da tutti" il "divino" era morto come tutti i mortali. 

 

Morì senza potersi godere il suo magnifico Castello - Mausoleo (quello che oggi è il Castel-Sant'Angelo), progettato da lui stesso come sua tomba, il suo Mausoleo da lasciare ai posteri come avevano fatto i Faraoni egiziani.

Dal 132, gli architetti dopo aver lavorato per 5 anni, 
 nel 137 l
intera opera era stata ultimata, si era a mettere le ultime pietre sulla sommità (dove oggi cè l
Angelo) si preparava un basamento per appoggiare il colossale gruppo equestre in bronzo, una quadriglia di cavalli che scalpitano e con Adriano alla guida, il tutto proiettato verso il cielo che lo scultore alla fine del 138 gli ha fatto vedere in bozzetto, ma che con la sua morte non se ne fece nulla.
 

 

Nel 139 gli succederà Antonino Pio che vivrà fino al 161, morì dopo aver vissuto 22 anni di regno in apparente pace.

 

Nel 140 in Palestina dopo la distruzione operata da Adriano delle città ebree, e dopo il suo editto - obbligo di non mettere più piede in quelle macerie e dove stava sorgendo la nuova città Aelia Capitolina, tutti gli scampati Ebrei e il Sinedrio (Supremo Consiglio di Governo Ebraico) si trasferirono a Usha, nel Libano.

 

Nel corso dell'anno  140 è consacrato a Roma Papa Pio I°, originario della provincia di Aquileia, manterrà il pontificato per 15 anni, fino all’anno 155. 

 

Partager cet article

Repost 0

commentaires

Présentation

  • : Le blog de Salvatore Comisi
  • Le blog de Salvatore Comisi
  • : Poésies, études de la Bible et articles sur tout ce qui concerne à la chrétienté du premier siècle à nos jours
  • Contact

Recherche

Liens